06-01-2018 Stagione Sociale 2018

Per il terzo anno consecutivo la stagione podistica dell’Atletica Melito si apre a Crevalcore con i “10000 della Befana”.

Primo sabato di gennaio, temperatura non troppo rigida, quindi ideale per correre, il gruppo dei Melito’s si è presentato con una formazione nutrita: ben 27 atleti alla partenza. Anzi a dire il vero c’è stata pure qualche defezione dell’ultima ora a causa dei virus di stagione che hanno colpito nei giorni precedenti anche molti atleti che hanno comunque partecipato, ovviamente in condizioni non ottimali.

Nonostante ciò ben 6 canotte arancioni hanno tagliato il traguardo sotto i 40’ e quasi tutti sotto o attorno i 50’.

Anche per questa stagione infatti l’atletica Melito punta sulla qualità piuttosto che sui grandi numeri. Mantenere il gruppo entro la cinquantina di atleti significa dare la possibilità a tutti di ricevere il necessario supporto con tabelle personalizzate e settimanali, allenamenti collettivi in pista e in collina e la possibilità di far gruppo e socialità in modo più coinvolgente.

Tutti nella società possono usufruire della grandissima esperienza del nostro presidente Vito che ogni settimana indirizza il lavoro atletico a seconda delle capacità e degli obbiettivi di ognuno, ma anche dei consigli tecnici di Pier Paolo Petrolini e del confronto fra tutti gli altri, ognuno col suo bagaglio di conoscenze: nella giornata odierna, ad esempio, il nostro informatico e “tecnologo” Domenico Maggi, ha dispensato preziose informazioni sui software di valutazione dello stato di forma a partire dalla frequenza cardiaca a riposo, alieno!
Insomma una squadra a “misura di atleta” che non lascia indietro nessuno e da la possibilità a tutti di crescere e dare il proprio massimo a livello sportivo.

Per questa stagione il calendario sociale è stato ripensato per ripartire le gare in modo più omogeneo nell’arco dell’anno. 12 gare sociali, per la prima volta un trail (in settembre a Zola Pedrosa) e un paio fra le migliori manifestazioni non competitive.

Rivisto anche il meccanismo del punteggio sociale (basato su parametri tecnici anziché solo sui piazzamenti) che quest’anno premierà qualità e quantità e sicuramente renderà più motivanti le competizioni sociali.

Insomma si parte alla grande da tanti punti di vista… ne vedremo delle belle! 

“Tri” Cardi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *